39.99 per la Spedizione GRATIS
 
Per la Spedizione OGGI

Whey protein, domande e risposte

Whey protein, domande e risposte

Riceviamo tante domande in merito alle caratteristiche che riguardano le proteine, soprattutto quelle del siero: in questo approfondimento raccogliamo le più frequenti per offrire spunti di riflessione utili soprattutto a chi si approccia per la prima volta al mondo della palestra.

Il primo argomento riguarda il contenuto di glutammina nell'ambito di un integratore di proteine del siero: ne assumiamo abbastanza da questo supplemento? Di tutti gli aminoacidi del nostro corpo la glutammina ne rappresenta circa la metà ma il contenuto delle proteine del siero corrisponde circa al 6% di glutammina. 

La caseina è un integratore a tale riguardo più ricco di tale aminoacido ed in effetti ne contiene fino al 10% circa a seconda della formula.

Quella a cui facciamo riferimento è la glutammina peptidica che dal punto di vista molecolare è unita ad un altro aminoacido. Nella sua forma libera la glutammina risulterebbe meno stabile in presenza di cambiamenti dell'ambiente in termini di pH, temperatura e presenza di acqua. 

Gli aminoacidi legati risultano solitamente più efficaci e il loro assorbimento risulta in media 10 volte superiore.

Whey protein: il processo di idrolisi rende la proteina inutilizzabile?

Un altro interrogativo che riguarda le proteine del siero concerne quelle idrolizzate e denaturate: si tratta di integratori comunque utili allo sportivo?

Queste proteine sottoposte a idrolisi (come le Hydro+ della 4PlusNutrition https://www.healthintegratori.it/hydro-2-kg.html) vedono la loro struttura modificata in maniera permanente generando un'attività biologica praticamente nulla poiché tale processo distrugge i legami peptidici e la struttura principale.

Questo però non significa che la proteina non risulti utile poiché gli aminoacidi risultano comunque presenti.

Proteine e controllo dell'appetito

E' vero che questi prodotti possono aiutare durante la dieta a introdurre meno cibo?

Alcune frazioni contenute nelle whey contengono l'appetito ma allo stesso tempo innescano il rilascio di enzimi digestivi aumentando i livelli di insulina. Non è quindi un'affermazione universalmente corretta quella per cui le proteine del siero possano aiutare effettivamente a contenere la fame. 

I grassi sono invece i nutrienti che più degli altri contribuiscono al senso di sazietà, preferendo sempre quelli che provengono dall'olio extravergine di oliva, dalla frutta secca e dall'olio di semi.

Le proteine comunque si configurano come un nutriente importante per sostenere una migliore composizione corporea e il dimagrimento perché necessitano di più energia per il loro metabolismo. 

Se ti interessa una alternativa alle whey di origine vegetale ti suggeriamo ad esempio quelle del riso di Haya Labs, le All Natural Rice Protein (https://www.healthintegratori.it/all-natural-rice-protein-454g.html)

La differenza tra le proteine del siero e la caseina?

La caseina è una proteina di qualità che risulta più digeribile rispetto le proteine del siero che spesso sono causa di allergie e intolleranze. La differenza principale è che queste ultime vengono assorbite in modo molto più rapido e gli aminoacidi entrano quindi in circolo immediatamente, risultando reperibili per necessità energetiche e per la sintesi muscolare. 

La caseina (come la Elite Casein della Dymatize https://www.healthintegratori.it/elite-casein-1-8-kg.html) invece prevede un rilascio differenziato nel plasma dei propri aminoacidi risultando un prodotto molto più utile per un'assunzione lontana dai pasti, per coprire le ore di digiuno ad esempio quelle della notte.